LA SCACCHISTICA MILANESE A GIOCANDO CON I RE

Da 4 anni tra gli appuntamenti dell'attività giovanile a squadre, "Giocando con i Re" è ormai un classico del calendario autunnale. Anche quest'anno Giuseppe Sgrò e il circolo L'Alfiere di Carugate ci hanno stupito con tante novità, confezionando una manifestazione di qualità e successo: oltre 200 bambini e adolescenti si sono dati battaglia sulle 64 caselle.

Per la Scacchistica Milanese questo appuntamento riveste da sempre un ruolo particolare, proprio per la sua collocazione temporale.

Le nostre squadre sono infatti formate principalmente con allievi della scuola scacchi, al fine di consentire ai ragazzi una prima e importante verifica del lavoro svolto nei primi tre mesi di corso. La costruzione di un rapporto di affiatamento e stima che scaturisce tra i giocatori in esperienze come queste è, per noi, di grande valore e viene rafforzato dal grande spirito di squadra che ogni volta riscontriamo nei nostri piccoli allievi. I risultati, ancora una volta, sono stati lusinghieri e ci hanno mostrato che la strada intrapresa con la Scuola Scacchi è vincente.

Entrambe le formazioni "di punta" schierate:  medie (Luca Moroni, cortesemente unitosi a noi, P. Mondal, G. Corso, Krasnov) e elementari (Mazzoccoli, Cagnotto, S. Mondal e Fantasia) hannno centrato il successo sia di squadra che individuale, mentre le altre quattro, due per le scuole medie e due per le scuole elementari, hanno ottenuto prestazioni lusinghiere in alcuni loro singoli elementi,  tanto che la Milanese 2 scuole medie ha mancato il podio solo per spareggio tecnico.

Al di là del risultato strettamente agonistico, va sottolineata la conferma di un importante dato:  costante crescita di tutto il movimento scacchistico tra i giovani e una sempre maggiore attenzione ai valori che l'ambiente scacchistico trasmette agli occhi dei genitori.

Proprio di questi valori la Scacchistica Milanese si sente depositaria e noi istruttori ci sentiamo impegnati in prima linea nella loro diffusione.